Di nuovo con voi

Di nuovo che c’è, amici della Gioconda capovolta?
È trascorso quasi un anno dall’ultima volta che sono entrata in questa mia “casa nei cieli”, lo so. Era appena stata completata di arredi di parole. Ora sono consapevole che farò pasticci, perché – come tutti sappiamo – è la funzione che sviluppa l’organo, e l’organo è un po’ arrugginito.
Ma tanta acqua è passata sotto i ponti: intervento chirurgico con dolorose e lunghe complicazioni ed ennesimo trasloco. Vi scrivo infatti da Roma, dove tutto è cambiato in trent’anni:l’ambiente, il traffico caotico, il panorama di una città abbandonata a se stessa, invecchiata, appesantita. Ma tant’è. Le persone sensibili come me dovrebbero vivere con gli occhi chiusi, il naso tappato… ma poi, come evitare le buche a ogni passo? La sfida è: trovare il paradiso anche quando intorno sembra tutto inferno. Intanto, quel che conta è che siamo di nuovo insieme, e ora sono un po’ più serena.
Serena e felice perché ho cambiato “scuderia letteraria”: il mio nuovo editore è la Newton Compton. Dopo il divorzio obbligato da Sperling & Kupfer che mise tutti i miei libri fuori catalogo, eccomi di nuovo… accasata dopo gli esperimenti del self publishing con Amazon-Createspace. Prossimamente nella stanza dei “Territori letterari” vi parlerò delle conclusioni che ho tratto: risultato di laboratorio non positivo, a mio avviso, e vi dirò perché. Ma ritengo sia stato utile provare una strada mai praticata prima d’ora. Essere allieva da trent’anni di uno sperimentatore come il Da Vinci vuol dire seguire anche la voce della curiosità: eccellente qualità che ha mosso navigatori, ricercatori, artisti e scienziati.
Ci sono nuove pagine da scrivere insieme, ognuno con i propri strumenti: penne, colori, immagini, suoni e via creando. Per ora, come si dice quando ci si saluta… “di nuovo”, amici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *