Prendete parte alla sfida a Dan Brown

Una sfida a Dan Brown, addirittura? Avete letto bene. Dove come quando perché? Proprio così. Vittoria Haziel sfida Dan Brown in occasione dell’uscita del suo thriller La mappa Da Vinci liberamente tratto dal suo saggio http://www.corriere.it/cronache/09_luglio_02/sindone_leonardo_haziel_4bd6a8bc-66f5-11de-9708-00144f02aabc.shtml. La locandina è in preparazione: presto precederà il tour che seguirà l’uscita del libro. Per ora il vero enigma è quando. Lavori in corso anche per la preparazione del book trailer che lancerà la sfida a Dan Brown anche su You Tube. Gli ospiti del sito intanto possono leggere l’anteprima di bozza della locandina, poi tenuta a bagnomaria dal tipografo fino al giorno in cui un comunicato interno farà circolare la data del parto. Saranno quindi i primi invitati a prendere parte alla
sfida a Dan Brown e a risolvere alcuni enigmi. Fatevi sotto, non siate timidi. Ci sarà un grande premio in palio, alla fine della fiera, come si dice. Fiera internazionale del libro, naturalmente.
Caro Dan Brown, fatti più in là…
canone sfida codice
nel nome di “papà” Leonardo
Sarete chiamati a dire se siete d’accordo che…
… i due scrittori, “figli legittimi di Leonardo Da Vinci”, separati alla nascita, finiti in due Paesi diversi e lontani anche per lingua, siano gemelli.
… scrivano a quattro mani, si incontrino sullo stesso terreno dell’armonia tra femminile e maschile, e giochino a nascondino nel bosco degli enigmi.
… abbiano diritto a ugual dignità letteraria nel mondo.
Vittoria Haziel lancia una provocazione al gemello americano con la frase misteriosa
“IN WONDER LAB”
Vi dice qualcosa questa frase?… e quest’altra?
“H: VITALIZE A RIOT”
… e se scoprirete perché la frase in italiano
“ANDRAI COL DIVINO”
non ha bisogno di traduzioni in nessuna parte del mondo,
sarete già degni del canone e potrete far parte della giuria popolare nel “Processo a Leonardo”.
Siete curiosi di avere qualche altra anticipazione della scaletta delle presentazioni del libro? Eccovi serviti, anche se, come sapete, i gradini della scaletta potranno essere spostati in corso d’opera e a seconda del contesto di luogo e di tempo.
Carta d’identità letteraria, storia (amara) del libro, apertura della ghiacciaia dove sono finite le parti tagliata dal libro – sì, anche per censura – riferimenti esoterici all’immagine di copertina, presentazione dei personaggi e interpreti, letture d’assaggio e, tra suspence enigmi misteri di morti da svelare, ci sarà anche spazio per il gioco, con un “Avviso ai naviganti”.
Eh… quante cose volete sapere… Pazientate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *