Povero, povero Leonardo – quante volte vogliono farti morire con la scusa di ricordarti?

(continua dal precedente)
Povero Leonardo, come sei mal-trattato! Amici, provate a scrivere una recensione negativa sulla pagina di Touristation, il tour operator che porterà il povero turista e la sua compagnia a vedere la mostra di Leonardo a Roma. Io ho scritto: “negativa sotto tutti gli aspetti. Povero Leonardo! leggi di più su www.accademiagiochonda.org. E non mettete recensioni false: puzzano di autoincensamento per tutta la rete… e di incenso. Chi vuole intendere intenda”. Bene, il tasto “pubblica” non era attivo. Lascio a voi le conclusioni. Continuo con l’elenco (molto più lungo) degli aspetti negativi riservati all’ennesima banale mostra dedicata al povero Leonardo. Cartelli esplicativi insufficienti, troppo alti, male illuminati, e ancora una volta non a portata di un disabile molto più basso perché sulla carrozzina. Povero anche lui, che comunque non potrà mai scendere i ripidissimi gradini che portano alle sale di sotto. Guardate il video e sdegnatevi. Ha faticato mezz’ora per trovare un posto per l’auto, perché quelli dedicati sono già stati presi dai furbetti e i vigili stanno al bar. Hanno faticato i dipendenti della mostra per tirarlo su con la carrozzina per far salire il gradino d’ingresso. E il povero malcapitato, dopo il giro della prima sala ingrana la marcia indietro. E povero, comunque, chi sperava di sapere (e vedere) di più delle solite trite e ritrite mostre disabili a mostrare (continua). Potremmo continuare con “povero mondo”, come ti stai degradando sotto tutti gli aspetti! Povero perché l’obiettivo non è la cultura, in questo caso, ma come fare soldi senza alcuna professionalità. Chi sono i consulenti di questa mostra? Andremo a scoprirlo con i canali del mio… angelo custode Haziel. Dite che tutto può? Non è detto. Sulla terra anche un angelo può essere povero. Come sapete, il giro attraverso ciò che la mostra del povero Leonardo non mostra, continua al prossimo giro di.. Accademiagiochonda.

1 thought on “Povero, povero Leonardo – quante volte vogliono farti morire con la scusa di ricordarti?

  • Il più grande artista è Gesù di Nazaret, se la Sindone di Torino è un suo autoritratto di natura miracolosa. Al suo interno contiene la perduta o forse solo nascosta Battaglia di Anghiari di Leonardo da Vinci. Tramite la somiglianza del volto contenuto nell’immagine della ferita al costato della Sindone, con il volto urlante del guerriero centrale, Niccolò Piccinino della Tavola Doria che della Battaglia di Anghiari di Leonardo realizzata a Firenze a Palazzo Vecchio nel Salone dei Cinquecento, riproduce La lotta per lo stendardo. I geni hanno un intelligenza simile nel metodo, producono opere analoghe, e hanno un volto somigliante nella maturità. L'autoritratto di Leonardo ricorda il volto sindonico. Cfr. ebook/kindle. La Sindone di Torino e le opere di Leonardo da Vinci: analisi iconografica comparata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *